Personale docente (SSD AGR/03)

Primo Proietti (PO); \Scholar \Scopus

Franco Famiani (PA);  \Scholar \Scopus

Alberto Palliotti (PA);  \Scopus

Daniela Farinelli (Ric.);  \Scholar \Scopus

Maurizio Micheli (Ric.).  \Scholar \Scopus

 

Personale Tecnico Amministrativo 

Boco Mirco 

Sisani Giorgio 

Prosperi Francesco 

Sforna Andrea 

Fontetrosciani Marco 

Pinca Enzo 

Checcarelli Claudio 

Trequattrini Stefano 

 

Dottorandi di Ricerca, Assegnisti di Ricerca

Almadi Leen - Dottoranda

Cinosi Nicola - Dottorando

Daher Elissa – Dottoranda

Hanene Mairech - Dottoranda

Frati Cristina - Assegnista di ricerca

Giordano Lucia - Assegnista di ricerca

Marchionni Damiani - Assegnista di ricerca

Regni Luca - Assegnista di ricerca

 

Laboratori

Laboratorio di Biotecnologie arboree

Laboratorio di Eco-fisiologia arborea

Laboratorio di Innovazioni in Arboricoltura e Vivaismo

Laboratorio di Micropropagazione e Biotecnologie in vitro

 

Principali linee di ricerca

L’attività di ricerca dell’UR Colture arboree ha come principale obiettivo l’ottenimento di produzioni frutticole di elevata quantità e qualità sensoriale, nutraceutica e salutistica, in grado di fornire un adeguato profitto, con alta sostenibilità ambientale al fine di mantenere nel tempo un armonico equilibrio tra pianta e ambiente circostante, anche per tutelare e valorizzare il paesaggio e contrastare il cambiamento climatico.

Lo studio della fisiologia e della biologia delle specie arboree e l’individuazione e l’applicazione di tecnologie innovative e biotecnologie costituiscono la base per il raggiungimento di tali obiettivi.

L’evoluzione delle linee di ricerca dell’UR si basa su una dialettica diretta e continua con le Istituzioni, gli Imprenditori e i Consumatori, al fine di incanalare le energie disponibili per acquisizioni scientifiche in grado di produrre benefici per l'intera collettività, tenendo conto anche dell’impatto delle scelte attuali sulle future generazioni. Numerose sono le collaborazioni con gruppi di ricerca nazionali e internazionali. In sintesi, le principali linee di ricerca sono:

  • Caratterizzazione e valorizzazione della biodiversità olivicola, viticola e corilicola in relazione ai modelli colturali, al cambiamento climatico, alla resistenza a stress biotici ed abiotici e alla qualità del prodotto. Recupero, caratterizzazione, valorizzazione di genotipi autoctoni e minori e loro conservazione in campi collezione e anche mediante tecniche di coltura in vitro.
  • Analisi e ottimizzazione dei meccanismi di adattamento/resilienza di olivo, vite e nocciolo nei confronti degli stress ambientali sia singoli che multipli, potenziati dal cambiamento climatico. Strategie innovative, biofortificazione e impiego di Biostimolanti per il controllo degli stress abiotici e biotici in olivo, vite e nocciolo.
  • Ottimizzazione delle tecniche di propagazione e della piattaforma varietale con sviluppo di nuove varietà, con particolare riferimento al nocciolo (ad es. Tonda Francescana ®). Ottimizzazione dei protocolli di micropropagazione di specie arboree.
  • Individuazione di strategie colturali innovative, anche attraverso l’applicazione di tecniche di arboricoltura di precisione, economicamente sostenibili ed eco-compatibili per oliveti, vigneti e corileti, al fine diottenere elevate produzioni, migliorare la salubrità e la composizione dei prodotti a livello sia macro- sia micro-strutturale, migliorare la qualità sensoriale e potenziare il valore nutraceutico dei prodotti, con particolare riferimento a olio e vino.
  • Applicazione della metodologia Life Cycle Assessment (LCA) per aumentare la sostenibilità delle filiere connesse alle Colture arboree e individuare strategie utili a contrastare il cambiamento climatico. Monetizzazione dei servizi ecosistemici connessi agli impianti arborei attraverso la determinazione dei “crediti di sostenibilità”.
  • Studio di aspetti anatomici, fisiologici e biochimici, anche utilizzando tecniche idroponiche e di coltura in vitro, connessi ai processi produttivi delle piante arboree da frutto, con particolare riferimento a fattori responsabili della vigoria dell’albero, risposta e adattamento agli stress, relazioni source sink, metabolismo dei frutti durante lo sviluppo e la maturazione.
  • Studio della componente arborea in contesti agrari, in aree antropizzate e nei sistemi naturali anche al fine di conservare ed esaltare le valenze paesaggistiche.
  • Ottimizzazione tecnico-economico-logistica dei processi di compostaggio dei sottoprodotti di filiere agroalimentari per l’ottenimento di compost di qualità in una logica di economia circolare.

Servizi (Terza missione)

  • Coordinamento numerosi PSR (16.1 e 16.2)
  • Collezioni di germoplasma in vivo e in vitro olivo, vite, nocciolo, noce e altre specie frutticole e ornamentali dell’Università degli Studi di Perugia.
  • Docenze in corsi divulgativi extra-universitari (anche e-learning e webinar), summer school, giornate tecniche e seminari formativi, organizzazione convegni regionali, nazionali e internazionali.
  • Pubblicazioni di manuali tecnici sulle colture arboree, incluse le colture in vitro e di articoli divulgativi su riviste del settore e su siti WEB di settore.
  • Editor e Membri comitati editoriale di riviste di rilevanza nazionale e internazionale.
  • Componente del comitato tecnico-scientifico per la valutazione delle domande di iscrizione al Registro Regionale per la Tutela del Patrimonio Genetico di Interesse Agrario a Rischio di Erosione Genetica.
  • Collaborazione con la Fondazione per l'Istruzione Agraria in Perugia al trasferimento tecnologico, per la fase vivaistica, della nuova varietà di nocciolo Tonda Francescana ®.
  • Partecipazione a panel certificati e commissioni di concorso regionali e nazionali per la valutazione sensoriale di olio di oliva e olive da tavola.

 

Coordinatore Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Download materiali e documenti